Le Armi “lunghe”
 

PER MAGGIORI INFORMAZIONI VISITA L’AREA RISERVATA

Lancia (Qiang) “la regina delle armi lunghe”.

“La lancia si sviluppò molto presto nella storia cinese. Fu originariamente fabbricata assottigliando la cima di un pezzo di bambù o di un bastone. La lunghezza della lancia variava con lo scopo e l’altezza dell’individuo. In seguito l’arma fu modificata con l’aggiunta di un punta metallica tagliente ad un’estremità. Inoltre intorno alla base della punta erano aggiunte nappe fatte di code di cavallo (oggi sintetiche, n.d.r.) che avevano due funzioni: la prima quella di distrarre il nemico e la seconda, più importante, fermare il flusso del sangue che scorreva dalla lama all’impugnatura. Questo era un accorgimento per evitare che il sangue rendesse l’impugnatura appiccicosa, cosa che avrebbe ostacolato le tecniche di scorrimento. I legni che costituivano il corpo della lancia erano estremamente flessibili. Spesso venivano immersi nell’olio per alcuni mesi per aumentare l’elasticità e la forza.”


(testo tratto da “Le Antiche Armi Cinesi” del Dr. Yang Jwing-Ming - Calzetti Mariucci Editori)

Il Bastone lungo (Chang Gun)

“Il Gun ebbe origine nell’Ovest e nel Nord della Cina. Era i solito fatto con un legno duro che veniva spesso immerso in un olio speciale per aumentarne la resistenza e forza. Occasionalmente, bastoni lunghi, erano di bronzo o ferro, compatti o cavi. I primi erano armi pesanti e potenti, mentre i secondi erano veloci e leggeri; entrambi, comunque, non potevano essere spezzati da una lama.

Il programma didattico della Scuola Di Kung Fu Cinese Tradizionale La Via Interiore, del M° Marchionetti, prevede lo studio sia del bastone lungo tradizionale (Chang Gun) sia di quello corto (Duan Gun).

La lunghezza e il diametro del bastone usato nel Bei Shaolin Changquan sono determinati in base all'altezza del proprietario. Per alcuni esercizi viene usato di legno rigido e per altri di legno flessibile.


Il bastone tradizionale usato nel Taijiquan, chiamato anche “palo del Taiji” è realizzato con il legno del ligustro cinese ed ha la forma leggermente conica (diametro della base maggiore di quello della punta); la lavorazione prevede un periodo di invecchiamento sotto terra che contribuisce a rendere il bastone più flessibile e resistente. Può arrivare ad una lunghezza di 3 mt e 20.

La lunghezza del gun differiva dal nord el sud della Cina. Un’artista marziale del nord della Cina portava un bastone lungo che arrivava alla base del polso quando stendeva il braccio sopra la testa; il bastone del sud, invece, arrivava soltanto all’altezza delle sopracciglia e perciò veniva chiamato “Bastone delle sopracciglia” (Qi Mei Gun). Il Bastone lungo risale all’ultimo periodo della dinastia Huang Di ed è una delle armi più pratiche e facilmente reperibili.”


(testo tratto da “Le Antiche Armi Cinesi” del Dr. Yang Jwing-Ming - Calzetti Mariucci Editori)