Tang Lang Quan
 

螳螂拳

Tanglangquan


Il Tanglang Quan (Pugilato della Mantide Religiosa) è uno dei tanti metodi marziali di Wushu cinese che traggono ispirazione dalle movenze e dall’atteggiamento degli animali. Si crede che lo stile sia nato a cavallo tra le dinastie Ming e Qing (XVII sec.)  per opera del monaco guerriero Wang Lang. Questi, si racconta, fu ispirato dal combattimento tra una piccola mantide religiosa ed una grossa cicala.


Il Qixing Tanglang Quan (Pugilato della Mantide Religiosa delle Sette Stelle) è uno delle tre branche più famose e diffuse dello stile ed è considerato in Cina tra gli “imbattibili” nel combattimento. Caratteristica fondamentale dello stile è proprio l’imitazione dei movimenti e del carattere della mantide: forte, svelta e vigorosa.

Le tecniche della mantide sono numerosissime e cambiano in maniera fulminea, alternando movimenti leggeri ed elastici a movimenti duri e rigidi. La forza usata è quella fluida, feroce, ma non rigida; morbida, ma non molle; semplice, ma non interrotta; veloce, ma non confusa.

Stefano Marchionetti in una postura del Beng bu, forma di base dello stile Tanglang quan.

Stefano Marchionetti in una postura del Wu Lang Gun, una forma di bastone dello stile Tanglangquan.

per maggiori dettagli visita 
L’AREA RISERVATA../LA_VIA_INTERIORE_LOGIN/Home_%28Login%29.htmlshapeimage_2_link_0